Caso studio. Le stampanti bomba del 2010. Giulia Di Cato, 30 agosto 2017 Caso studio. Le stampanti bomba del 2010. Giulia Di Cato, 30 agosto 2017

Caso studio. Le stampanti bomba del 2010.

Giulia Di Cato, 30 agosto 2017

Il processo di screening consiste nel porsi delle domande, quali:

 - Questo è normale oppure non lo è?

- Questo è ciò che mi aspetto di vedere in confronto a quanto descritto nel documento?

- Qual è l’origine di questo pacco e qual è la destinazione finale?

 abnormal versus normal

 Parte del processo cargo è il controllo visivo. Troppo nastro adesivo, vero? Prima anomalia. Se il sospetto non nasce in te, darai un’occhiata veloce allo schermo dei raggi x, ma sarai cieco perché il tuo cervello sarà spento e non vedrai alcunché.  

Un’altra parte del processo consiste nel controllare origine e destinazione finale oltre alla descrizione del contenuto.

Bene, io non mi aspetto che un dispositivo elettronico parta da Sanaa (Yemen) per andare a Chicago, mentre il contrario potrebbe essere plausibile.

Terzo punto: tutti gli screener sanno o dovrebbero sapere che i dispositivi elettronici sono tra quegli oggetti che meglio si prestano ad essere trasformati in ordigni. Pertanto è sempre opportuno fare un’analisi più accurata, possibilmente cambiando angolazione per una più completa e corretta analisi. 

 abnormal versus normal