Volo MS804 della EgyptAir: Ciò che sappiamo BBC News - 15 dicembre 2016 Volo MS804 della EgyptAir: Ciò che sappiamo BBC News - 15 dicembre 2016

Volo MS804 della EgyptAir: Ciò che sappiamo

BBC News - 15 dicembre 2016

L’Airbus 320 della EgyptAir in volo da Parigi al Cairo si schiantò nel Mediterraneo il 19 maggio. Il volo MS804 aveva 66 persone tra passeggeri e membri d’equipaggio a bordo.

Alcuni detriti dell’aereo furono poi trovati a galla nel Mediterraneo, a 290 km (180 miglia) a nord della città egiziana di Alessandria.

Che cosa accadde, quando?

Il volo MS804 decollò dall’aeroporto Charles de Gaulle di Parigi alle 21:09 GMT (23:09 orario di Parigi) mercoledì. Era schedulato perché arrivasse all’aeroporto internazionale del Cairo alle 01:15 GMT (03:15 orario del Cairo).

Alle 23:24 GMT (02:24 ora di Atene), l’aereo entrò nello spazio aereo greco.

I controllori del traffico aereo greco parlarono col pilota alle 23:48 GMT mentre l’aereo volava sopra l’isola di Kea. Era di buon umore e non riportò alcun problema.

Alle 00:26 GMT fu rilevato del fumo in un bagno, secondo i dati inviati alla compagnia aerea tramite il Sistema di reportistica ACARS.

Alle 00:27 GMT, fu rilevato più fumo nell’aerea avionica che contiene la parte elettronica dell’aereo e i computer sotto il cockpit.

I controllori tentarono di contattare l’aereo alle 00:27 GMT, prima che lasciasse lo spazio aereo greco ma, nonostante ripetute chiamate, l’aereo non rispose.

Alle 00:29 GMT, l’aereo lasciò lo spazio aereo greco e alle 00:29.40 GMT scomparve dai radar greci.  

Ad un certo punto, prima che l’aereo scomparisse dai radar, virò 90 gradi a sinistra e poi 360 gradi a destra, scendendo da 37.000 (11.300 metri) a 15.000 piedi (4.600 metri) e poi 9.800 piedi (3.000) metri, secondo gli investigatori greci.  

Ehab Azmy, il responsabile del fornitore statale dei servizi di navigazione aerea egiziana disse che l’aereo non dirottò dalla propria rotta in alcun punto. Disse anche che l’equipaggio non fece alcuna chiamata riportando fumo a bordo.   

L’aereo perse I contatti con I radar egiziani alle 00:30 GMT (02:30 ora del Cairo), quando era a 280 km (174 miglia) dalla costa egiziana.  Azmy affermò che non vi era alcun problema con l’aereo quando esso entrò nello spazio aereo egiziano.

Le operazioni di ricerca e recupero cominciarono alle 00:45 GMT.


Come furono trovati i rottami?

L’aerea in cui il volo MS804 si schiantò è tra le più profonde del Mediterraneo, più di 3.000 metri (9.800 piedi) in alcuni punti.

Alcuni giorni dopo l’inizio delle ricerche furono trovati dei detriti e parti di corpi ad est dell’ultima localizzazione conosciuta dell’aereo. I militari egiziani rilasciarono delle immagini di detriti, inclusi un giubbotto di salvataggio, pezzi di tessuto e frammenti di metallo.

La European Space Agency (ESA) disse che uno dei suoi satelliti aveva rilevato quella che sembrava essere una scia di olio lunga 2 chilometri nel Mar Mediterraneo nella stessa area dove era scomparso l’aereo.   

Il 15 giugno gli investigatori egiziani dissero che la nave di ricerca in acque profonde John Lethbridge aveva trovato dei rottami della fusoliera dell’aereo in ‘diverse localizzazioni principali’ e ne aveva scattato le prime foto cominciando a preparare una mappa dell’area di distribuzione per aiutare nel recupero.

Sia la registrazione delle voci in cockpit sia la registrazione dei dati di volo furono ritrovati nel corso dei due giorni seguenti. Il registratore dei dati confermò la presenza di fumo a bordo, mentre il registratore di voce captò la conversazione nel cockpit riguardo ad un incendio.

E’ stato un atto di terrorismo?


Il 15 dicembre il Ministro dell’Aviazione egiziana annunciò che tracce di esplosivo erano state trovate sui resti delle vittime, aggiungendo che sarebbe dunque partita un’indagine criminale.

Fino ad allora era stato stabilito che c’era stato un incendio nella parte anteriore dell’aeromobile e che era divampato molto velocemente, sebbene non fosse nota la causa.

Si affermò che non vi era alcun gruppo dietro lo schianto, sebbene dei funzionari egiziani dissero che il terrorismo era la causa più probabile.

L’incidente accadde sette mesi dopo che un Airbus A321 operato dalla compagnia aerea russa Metrojet fu abbattuto da una bomba sulla penisola egiziana del Sinai, uccidendo tutte le 224 persone a bordo.

Un affiliato locale del gruppo militante jihadista dello Stato Islamico, chiamato Provincia del Sinai, affermò di aver nascosto un ordigno a bordo.  

 Aeroporto Charles de Gaulle

86,000 dipendenti aeroportuali hanno accesso al piazzale aeromobili

Circa 80 hanno avuto l’accesso revocato dopo gli attacchi di Parigi per legami con il radicalismo islamico

  • 65.000.000 passeggeri sono transitati dall’aeroporto nel 2015
  • Circa 500.000 movimenti di aeromobili sono stati registrati nell’aeroporto nel corso del 2015

 Fonte: Polizia di Stato, Unione degli Aeroporti Francesi

In Francia, il focus fu su una possibile violazione nella sicurezza all’aeroporto di Charles de Gaulle di Parigi.

Dopo gli attacchi di Parigi a novembre del 2015 alcuni dipendenti aeroportuali hanno avuto l’accesso revocato per timori di legami con gli estremisti islamici.

Dei rapporti dicono che alcuni funzionari che erano in servizio allo Charles de Gaulle la sera del decollo del volo della Egypt Air sono stati interrogati.


Chi erano le persone a bordo?

C’erano 56 passeggeri, 7 membri d’equipaggio e 3 persone della security a bordo.

I passeggeri comprendevano 30 egiziani, 15 francesi, 2 iracheni, un bretone, un kuwaitiano, un saudita, un sudanese, un ciadiano, un portoghese, un belga, un algerino e un canadese. Tre dei passeggeri erano bambini, due di loro neonati, affermò la EgyptAir.

Il quotidiano governativo egiziano al-Ahram identificò il pilota come il Comandante Mohamed Shokeir. Aveva un’esperienza di 6.275 ore di volo, incluse 2.101 ore sull’A320, afferma la EgyptAir, mentre il primo ufficiale, Mohamed Assem, aveva 2.766 ore.

Non vi erano nomi noti di attuali liste di terroristi, secondo i funzionari della security europea quotati dalla agenzia di notizie Associated Press.

Che cosa sappiamo riguardo all’aereo stesso?

Airbus affermò che l’aeromobile coinvolto, un A320-232 registrato come SU-GCC, era stato consegnato alla EgyptAir dalla linea di produzione a novembre del 2003.

Il bimotore aveva accumulato approssimativamente 48.000 ore di volo.

Il sito web di tracciabilità aerea, Flightradar24, riportò che il 18 maggio, un giorno prima dell’incidente, l’aereo aveva volato da Asmara in Eritrea al Cairo, poi aveva proseguito da Tunisi prima di dirigersi a Parigi via Cairo.

La BBC ha appreso che l’A320-232 fu costretto ad un atterraggio d’emergenza nel 2013 dopo che il pilota notò il surriscaldamento di un motore, ma un rapporto ufficiale affermò che il difetto era stato riparato.

Gli A320 hanno normalmente 150 posti passeggeri in una cabina di due classi, oppure fino a 180 posti nella configurazione più grande. Hanno una velocità fino a 6.480 km (3.500 miglia nautiche).

La famiglia di questo aeromobile è entrata in servizio la prima volta nel 1988. Alla fine di aprile del 2016 più di 6.700 A320 erano in servizio in tutto il mondo, secondo Airbus. Ad oggi l’intera flotta ha accumulato almeno 180 milioni di ore di volo in oltre 98 milioni di voli.

Gli incidenti aerei si stanno verificando con più frequenza?

No. Nonostante diversi incidenti aerei ad alto profilo negli ultimi anni, I dati raccolti dalla Aviation Safety Network (ASN) mostrano che il 2015 ha avuto un basso record di 16 fatali incidenti aerei, sfociati in 560 vittime.

ASN afferma che ciò fa del 2015 l’anno più sicuro in termini di numeri di incidenti fatali e il Quinto anno più sicuro in termini di vittime.

Dato il previsto traffico aereo globale di circa 34.000.000 voli all’anno, la media è di un incidente aereo fatale ogni  4.857.000 voli, secondo il gruppo.